Make your own free website on Tripod.com

home politica

governo del comune di Cento post 1945

storia

elezioni comunali a CENTO

mag-52 -%

mag-56

giu-59

nov-63

dic-67

nov-72

mag-78

giu-83

PCI

3514

24,03

3434

21,61

3801

23,42

4603

28,23

5498

29,30

6541

35,50

7343

36,28

7526

36,01

PSI(*)

3610

24,69

4288

26,99

4257

26,23

3721

22,82

3951

21,06

2310

12,54

2683

13,26

3520

16,84

PSIUP

951

5,07

---

---

---

PSDI

1823

12,47

1580

9,94

1338

8,25

1684

10,33

1684

8,98

2023

10,98

1127

5,57

1572

7,52

PRI

289

1,98

273

1,72

---

---

431

2,30

357

1,94

534

2,64

828

3,96

DC

4761

32,56

5296

33,33

5501

33,90

4786

29,35

4755

25,34

5611

30,45

7478

36,95

5772

27,62

PLI

627

4,29

456

2,87

795

4,90

1105

6,78

1023

5,45

831

4,51

362

1,79

596

2,85

MSI

563

3,54

535

3,30

407

2,50

470

2,50

754

4,09

713

3,52

1087

5,20

tot

14624

100

15890

100

16227

100

16306

100

18763

100

18427

100

20240

100

20901

100

(*) PSU nel '67

Il socialista Alfredo Carpeggiani, reduce da un periodo di inattivitÓ politica durante il fascismo (era a Roccasinibalda-CH), viene nominato dal CLN nella giunta comunale nel 46, e rimane come capogruppo PSI nelle varie consiliature fino alla morte 1965 (TROMBONI 2003,22).

Nelle amministrative del 25 maggio 1952, Cento fu uno dei pochi Comuni dove - per una differenza di 139 voti - non prevalse la sinistra (TROMBONI 2003,129 e 129n).

52-56: Aldo Marvelli sindaco (PSDI), Nino Cantori (PSDI), Umberto Tosi e Leandro Gaiani (DC), Gianfranco Melloni PLI

56: cade subito sul bilancio la giunta PSI-PCI sindaco Mario Zoppellari (PSI) con Roberto Pea e Claudio Bovina del PCI; incerta la successiva giunta PSI-DC per cui si arriva al commissariamento 1958-59

59-63: giunta PSDI-PSI sindaco Aldo Marvelli PSDI, con Pietro Benazzi PSDI, Arrigo Bisi e Giovanni Fiocchi PSI

63-67: giunta PC-PSI con sindaco  Arrigo Bisi (PSI) e Umberto Tosi, Enzo Tartarini e Giovanni Gilli DC

67-72: giunta PSU-DC con Pietro Benazzi sindaco (PSU), Tosi, Ivo Passerini e Olinda Tamburini DC

72-78: giunta DC-PSI-PSDI: sindaco Fulvio Cantori PSI con Tosi, Passerini e Marco Melloni DC, Servio Venturi PSDI

 

La sinistra al governo

Con il 1978 iniziano 15 anni di governo con la presenza - per la prima volta - anche del PCI (i sindaci rigorosamente PSI). Vengono metanizzate le frazioni, si costruiscono impianti sportivi, case popolari, si restaurano immobili storici.

78-83: giunta PCI-PSI: Giuseppe Albertini sindaco PSI, Adolfo Fabbri, Loredana Fiumi e Massimo Gilli PCI 

83-...:  giunta PCI-PSI: Giuseppe Albertini sindaco PSI, Adolfo Fabbri,  Loredana Fiumi e Massimo Gilli PCI, Vincenzo Tassinari

89-93: giunta centro-sinistra Canelli PSI, vicesindaco Pinca PCI-PDS, All'inizio 1993 la giunta di centro sinistra allargata al Psdi sta per concretizzare la sistemazione dell'area ex-pandurera, la s.m. di Renazzo, l'insediamento "molino Valentini" (trasformato in centro residenziale-commericale), il centro commerciale "bivio Dondini" (in progetto 8 mila mq di supermercato su area di 37mila mq.), una variante del PRG, una nuova pianta organica per 307 posti, interventi su Rocca, palazzo Rusconi, IPSIA, palestra Renazzo appena ingrandita (costo 1,3 mld), e cessione acquedotto all'ACOSEA (RealtÓ Centese 1993,1-genn. e 4-apr). 

Le giunte "civiche"

Nelle elezioni del '93, in fase di ballottaggio, il "civico" Fava (vicesidnaco Annalisa Bregoli) si prende i voti di tutta la destra (Lega, MSI, e parte della DC) che lo vota in nome dell'anticomunismo. Questo Ŕ uno dei caratteri del "civismo", che lo rende "anticipatore" del fenomeno Berlusconi (Centoggi 1993, maggio). Il primo anno di amministrazione si caratterizza per la rinuncia ad acquisire i finanziamenti per la piscina scoperta, la  decisione di aprire al traffico il centro-storico riducendo la ZTL, l'eliminazione dei parcheggi a pagamento (Centoggi 1993, 11-dicembre). Viene rivisto lo Statuto Comunale, redatto il Regolamento per l'Istituzione Teatro (1994). 

Nel '98, con la seconda vittoria elettorale dei "civici" Fava-Bregoli viene adottata una variante al PRG che lascia spazio ad interventi speculativo (indice edilizio di 0,75 mq/mq. in alcune parti del centro storico) Nel 2000 viene terminata l'opera faraonica "Pandurera", simbolo della gestione cementizia-culturale della prima giunta Fava.

Con le elezioni del 2001 la giunta passa alla "civica" Annalisa Bregoli (che nei  precedenti otto anni era stata vicesindaca). 

 

-----------------------

 

 

.........................aggiorn. 07.01.05.............................